Matrimonio… quanto mi costi?

Ho deciso di scrivere questo articolo perché, sempre più, le coppie di sposi che mi affidano il loro matrimonio hanno le idee chiare su allestimenti, vestito e ricevimento ma quando si parla di budget inizia il caos!

Le coppie di sposi si dividono in due categorie: chi, se gli parli di budget, si offendono e chi no. Tra chi ti asserisce che non è un problema di prezzo e chi invece sta attento alle varie voci di spesa.

Sempre più io mi destreggio tra queste due tipologie di sposi cercando di fargli capire che ignorare un budget o al contrario farsi troppo condizionare non è utile.

Perché è bene precisare tutto questo?

Il compito si una wedding professionista è quello di saper suddividere con equità ed equilibrio le singole voci di spesa senza sforare. Una wedding professionista sa che il 35% deve essere destinato al catering e soltanto il 9 % al servizio fotografico.

Definire in modo certo il budget è quindi il primo step che una coppia di sposi deve fare quando decide di affidarsi ad una wedding professionista.

Un budget di 20.000€ permette di far capire immediatamente alla wedding che la cifra da impiegare per il catering è quella di  7000,00€.

Il secondo dato è quello del numero di invitati. Ad esempio:

  • 100 invitati significa dover trovare un catering il cui costo è di 70,00€
  • 50 invitati significa avere a disposizione 140,00€

Ovviamente la cifra indica il costo per singolo invitato.

Nel primo caso il matrimonio dovrà essere necessariamente fatto rivolgendosi ad un ristorante nel secondo possiamo spingerci a un catering di livello.

Infatti, una wedding professionista sa che un catering di ottima qualità ha una fascia di prezzo che per un matrimonio varia dai 95,00€ ai 150,00€.  Questo prezzo varia a seconda del menu scelto: terra, mare o entrambi.

Pertanto con un budget di 20.000€ è difficile poter organizzare un matrimonio in una villa seicentesca a 3.500€ di affitto con 130 invitati. A soffrirne, poi, sono altre voci di budget. Anche volendo economizzare, una wedding professionista si rende subito conto che il taglio su bomboniere segnaposto o partecipazioni non è abbastanza poiché le voci di spesa su cui incidono sono davvero minime.

Diverso, ovviamente, se il budget è di 200.000€ li invece sapremo che, per il catering, abbiamo a disposizione 70.000€

Una wedding professionista volendo soddisfare il sogno degli sposi  sa, ad esempio, dirottare sulla scelta di un matrimonio in una villa con ristorante interno.

Ma quali sono le voci di spesa per il matrimonio e quanto incidono?

Ricevimento

Tra 5 – 11% Location/Venue
Tra il 35% ed il 50% Catering
2% torta nuziale e pasticceria
Foto/video
  1. 9%
Fotografia
  1. 5%
Video
Fiorista
  1. 9%
Allestimenti e bouquet
Musica
2% cerimonia
3% Musica e svago
Tipografia
1% Partecipazioni
1% libretti messa
1% tableau
1% menù
Trasporti
2% Trasporti
Bomboniere
2% Sacchetti porta confetti
3% gift
1% segnaposto
  1. 11%
Look sposi

 

E la wedding? Anche lei è una voce di capito di spesa se desiderate assumerla il suo costo pesa tra i 3% e l’8% secondo il servizio desiderato tra il servizio wedding day coordinator o invece il full service. 

Condividi l'articolo

Share on facebook
Share on twitter
Share on email
Share on pinterest
Contattaci per organizzare al meglio il tuo giorno speciale!

Leggi altre news

wedding planner

Sposa: 5 idee per i tuoi capelli

Gli anni 60 erano gli anni dei Beatles, ma anche …

LEGGI L'ARTICOLO

Bride Chignon

I primi chignon risalgono a gli antichi greci. Infatti, le …

LEGGI L'ARTICOLO
Wedding planner Lucca

Bridal look hairstyle

Il giorno delle tue nozze sarai al centro dell’attenzione e …

LEGGI L'ARTICOLO

Lascia un commento

Torna su

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie di terze parti per fini statistici come indicato nella Policy. Privacy Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi